Sostituzione tapparelle: quale modello scegliere?

Se hai appena ristrutturato casa e devi scegliere quale modello di tapparella installare nella tua nuova casa o, semplicemente, vuoi cambiare le tapparelle già presenti in casa perché troppo vecchie, sei nel posto giusto.

L’obiettivo di questo articolo è quello di offrirti un’ampia panoramica circa la vasta gamma di alternative possibili presenti sul mercato. I materiali maggiormente impiegati nella costruzione delle tapparelle sono, infatti, PVC, alluminio coibentato o acciaio. Vi sono, poi, tapparelle orientabili, speciali e blindate. Esaminiamole nel dettaglio.

Tapparelle in PVC, alluminio coibentato e acciaio

Le tapparelle in PVC sono la soluzione più utilizzata per proteggere le finestre della propria abitazione per una serie di ragioni che andremo ad elencare di seguito. Prima di tutto esse rappresentano l’alternativa più economica in quanto hanno un costo di produzione più basso e, dunque, il rapporto qualità/prezzo è molto conveniente. Secondariamente esse sono le tapparelle più diffuse poiché il PVC, in quanto materiale, si è sviluppato durante la seconda guerra mondiale e negli anni ’80 ha iniziato ad essere impiegato in edilizia e serramenti fino ad arrivare ad oggi.

Troviamo, poi, le tapparelle avvolgibili in alluminio coibentato. Esse rappresentano un giusto compromesso tra quelle in plastica e quelle in acciaio poiché posseggono un’ottima resistenza agli agenti atmosferici, rendono impenetrabili i raggi solari e sono più pesanti di quelle in PVC ma più leggere rispetto a quelle in acciaio. Infine, ma non per importanza, rendono più sicuro l’infisso in cui sono montate e sono più durature nel tempo rispetto a quelle in PVC.

Per ultime troviamo le tapparelle coibentate in acciaio. Esse hanno come principali punti di forza: resistenza, protezione e isolamento e si distinguono rispetto alle altre tapparelle per alcuni aspetti principali, tra cui: una durata notevolmente maggiore in quanto resistono a lungo all’esposizione ai raggi solari e agli agenti atmosferici, una maggiore stabilità nel tempo anche nel mantenimento dell’aspetto estetico: essendo molto resistenti impediscono lo scolorimento e la deformazione delle stecche e, infine, il poliuretano espanso presente all’interno delle stecche consente a questa tipologia di tapparelle un elevato isolamento termico e acustico.

Come scegliere la giusta tipologia

Nella scelta della tapparella da installare sui nostri infissi sarà fondamentale considerare diversi fattori, tra cui: il livello di esposizione di questi ultimi agli agenti atmosferici e il grado di isolamento acustico necessario. Nel caso in cui, infatti, si viva in città, magari in una zona molto trafficata, è chiaro che sarà necessario scegliere una tapparella maggiormente isolante dal punto di vista acustico rispetto ad altre.

D’altro canto, se si risiede in campagna, sarà necessario scegliere tapparelle più resistenti a certe temperature, solitamente maggiormente rigide. Dunque, una volta fatte queste considerazioni, sarà necessario raccogliere quante più informazioni possibili al fine di acquistare la migliore marca di tapparelle sul mercato all’interno del rapporto qualità-prezzo.

Lo step successivo sarà, quindi, rivolgersi ad un professionista, come un tapparellista Milano esperto con il quale sarà possibile discutere circa le informazioni raccolte affidandosi, in ultima analisi, al suo giudizio rispetto a quale sia effettivamente il modello migliore rispetto alle nostre esigenze.