Come scegliere una cucina piccola

Avere una casa non grande non deve essere sintomo di vergogna o di imbarazzi, Ci sono infatti molti appartamenti che pur essendo minuscoli hanno il loro perché forse anche grazie agli arredi. Questo vale pure per le cucine. Se guardi ad esempio le cucine moderne Roma ti accorgerai che puoi progettare il tuo ambiente come un vero chef, anche se hai piccoli angoli o pareti non proprio spaziose.

Sono ormai sempre di più gli atelier che si adattano a queste esigenze di spazio. Esigenze in cui ovviamente c’è bisogno di mettere il pezzo giusto al posto giusto. La dimensione dell’abitazione ha assunto un ruolo talmente importante nella scelta dell’arredo, che le alternative in commercio sono sempre di più, come del resto vedremo anche più avanti.

Mobili a dispensa

Dovendo tu ricavare ogni cm di spazio disponibile per le tue esigenze, in una cucina piccola andranno bene dei mobili ad altezza, che presentano più di un ripiano. Potrai usare questi mobili a mo’ di dispensa, al cui interno riporre alimenti, scatolame, beni di ogni tipo.

In questi pensili ad altezza potrai trovare anche spazi per pentole e piatti, nonché per ciotole e contenitori. Così facendo lo spazio in basso eventualmente, potrai impiegato per altro di cui hai bisogno e che preferisci avere più a portata di mano.

Nicchie nel muro

Chi sta ristrutturando casa, potrebbe studiare una modifica nella stanza adibita a cucina e ricavare un mobile a muro, ovvero una nicchia da utilizzare come ripostiglio. Si tratterebbe di un piccolo trucchetto per ricavare un buco di spazio, senza incidere troppo sulla quantità di spazio a disposizione, e dando comunque alla cucina un aspetto originale, unico, insomma tutto suo. Devi inoltre tener conto che avere a che fare con spazi ristretti vuol dire per causa di forza maggiore optare per mobili multifunzionali, ovvero mobili che in pochi centimetri, ti permettono di riporre l’inverosimile.

I mobili con rotelle

Altro trucco di arredo potrebbe essere la scelta di mobili con le rotelle. Anche questi sfruttano l’altezza anziché la larghezza. Ma la vera comodità sta nel fatto che si spostano e trasportano. Quindi oggi puoi tenerli a destra, domani a sinistra, giocando con lo spazio a seconda delle tue necessità.

Ti consigliamo di optare per un modello con più cassetti, che ti permetta di ottimizzare lo spazio, avere tutto a portata di mano senza rinunciare a nulla.

Sedie pieghevoli e stile minimal

Per le sedie, se hai davvero una cucina striminzita, scegli un modello pieghevole. Per qualcosa di più originale, scegli modelli tipo da bar, che hanno di solito un design leggero, sono facilmente spostabili e ti danno praticamente di tutto.

Per lo stile generalizzato della cucina, sarebbe meglio optare per quello minimalista, basato sul poco, sull’essenziale ma di forte impatto estetico. In questo modo linee e colori faranno da padroni illudendo l’occhio di un ambiente più ampio. Per le padelle, appendile alla parete con dei ganci, in stile ristorante.

I colori

Circa la scelta dei colori, prediligere quelli naturali è la scelta migliore. Legno, colori cromatici, nuance tenui daranno all’ambiente la parvenza di profondità. Se sei una persona alternativa, puoi provare anche i giochi di colore. Ovviamente senza azzardare troppo: devi evitare tutto ciò che può rimpicciolire ancor più visivamente lo spazio.

L’illuminazione

Sempre per illusioni all’occhio, dai importanza all’illuminazione. Dovresti prediligere fonti di luci nitide, chiare, limpide.

Sarebbe meglio evitare lampade a stelo, proprio per via dello spazio. Lampade a sospensione sono l’ideale purché non troppo lunghe. Andranno bene pure le appliques, scegliendo magari modelli facili da smontare 3 che consentono di sostituire la lampadina con estrema facilità. In fondo basta davvero poco per rendere quella piccina casa intima, il posto ideale in cui vivere.